Come non trasformarsi nella sposa T-rex

Trasformarsi nella sposa

La sposa T-rex è una specie subdola, che cresce nel corpo di fidanzate sane e fino a quel momento apparentemente normali. Composta da ciccia da ridurre a ogni costo prima del grande giorno, ansia onnivora e manie di perfezionismo e protagonismo, ella si aggira per negozi di abiti da cerimonia, fiorai e società per il catering seminando il panico fra chi ha la sfortuna di imbattersi nella sua strada. Non importa se prima del fatidico giorno in cui qualche sventurato le ha chiesto la mano, lei era solo una ragazza come tante, spensierata e allegra. Non importa se l’avete sentita dire in mille occasioni che il matrimonio è solo un momento di unione spirituale o che per il pranzo basta una trattoria in campagna. Da ora in poi dimenticate di aver conosciuto Miss io-amo-solo-le-cose-semplici.

Il matrimonio è unirsi per sempre - Trasformarsi nella sposaSe il virus della sposa tirannosauro l’ha colpita – anzi, l’ha fagocitata – scordatevi di come era prima di quel momento. La sposa T-rex non ha memoria della vita precedente ed esiste solo in quanto essere mostruoso e “sposando”, che si nutre delle vostre energie e dei favori di amici e parenti e sputa bomboniere, partecipazioni e richieste folli. Sarebbe capace di sacrificare la vostra testa per trovare al primo colpo gli addobbi ideali, la pettinatura giusta, il vestito perfetto. Se anche voi siete in procinto di sposarvi – o se conoscete qualcuno che sta per farlo – leggete tutto quello che sappiamo ad oggi di questo mostruoso essere, prima che sia troppo tardi…

 

La sposa T-rex è quella che:

  1. da quando ha deciso che deve sposarsi ha un solo argomento di conversazione: il fatto che deve sposarsi;
  2. ti telefona alle 6 di mattina per dirti che ha capito che il blu indaco è una tonalità migliore del blu cobalto per i tovagliolini da dolce del ricevimento;
  3. fa piangere il fioraio, fa suicidare il fotografo o manda dallo psicologo la sarta a cui ha appena fatto visita per la sesta volta durante questa settimana, anche se siamo appena a martedì;
  4. cambia con piccole inutili modifiche ogni portata del pranzo da servire dopo la cerimonia (chiede pepe rosa al posto di pepe verde, sgombro di lago baltico al posto di sgombro semplice, fragoline del sottobosco valdaostano al posto di fragoline e basta, ecc.);
  5. sul cellulare ha issato una coccarda bianca e quando le squilla parte la marcia nuziale;
  6. ignora qualsiasi problema o bisogno abbia sua madre, suo padre o sua nonna ultracentenaria, se non è in tinta con le tovaglie della sala del banchetto;
  7. dimentica qualsiasi altra ricorrenza e appuntamento perchè il suo calendario segna un solo giorno, incorniciato in oro: quello delle sue nozze;
  8. impone le sue nuove abitudini alimentari – deve dimagrire per spararsi nel vestito più piccolo di due taglie – a tutto il resto della famiglia e corre piangendo in camera se le mangi davanti un bignè, perchè sei tanto tanto crudele;
  9. si raccomanda con parenti e amici di non fare una lista interminabili di cose (no all’addio al celibato per lui perchè è volgare, niente fotografie al suo profilo destro, la nonna non deve aver bisogno di fare pipì durante il giorno delle nozze, i bambini devono restare zitti per tutte le 8 ore della cerimonia…);
  10. ordina al futuro sposo, a parenti ed amici, cose impensabili e non accetta rifiuti, pena la morte;
  11. ti fa paura quando la vedi in lontananza, a tal punto da sperare che non ti abbia invitato alle nozze.

Consigli per non trasformarsi in una sposa T-re

Come non trasformarsi nella sposa T-rexkarate-wedding-721982_1Il matrimonio non è il giorno più importante della vita di una persona (ve ne potrei citare altri 10 di pari valore emotivo). E’ solo una bella cerimonia, che ricorderete forse per sempre (grazie soprattutto al supporto delle 450 foto e ai 4 filmini visto che quel giorno sarete in trance) e che conta tanto. Volerlo rendere a ogni costo perfetto e impeccabile è sbagliato. Qualcosa sicuramente andrà storto, qualcosa sfuggirà dal vostro controllo, qualcosa non sarà come lo sognavate. Ma state sposando la persona che amate più di tutto, non è il caso di pensare più a questo che alla grana della carta delle partecipazioni?

Ammesso che per voi il matrimonio sia il giorno più importante della vostra vita, non lo è per tutti gli altri che vi circondano. Perciò nell’anno di preparativi, oltre a pensare in confetti, e a bombonierizzare ogni discorso, ricordatevi di compleanni, problemi altrui, gioie quotidiane….